La Bellisssima FORD RANGER per la sua polizza R C AUTO 

 ha scelto la consulenza di Martino Broker 

Scopri le altre garanzie auto più scelte dai nostri Clienti, oltre alla copertura obbligatoria RCAuto 

ASSISTENZA STRADALE 

Con la garanzia Assistenza Stradale hai a disposizione una Centrale Operativa 24h su 24 che ti offre assistenza immediata in caso di incidente o guasto.

INCENDIO FURTO E RAPINA 

Copriamo i danni derivanti da incendio, fulmine, esplosione e scoppio del serbatoio, anche causati da dolo di terze persone. Assicuriamo i danni subiti dal veicolo conseguenti al furto o rapina, anche tentati, oltre ai danni causati al tuo veicolo nel tentativo di furto o rapina di oggetti riposti all'interno. 

INFORTUNIO DEL CONDUCENTE

Copriamo gli infortuni del conducente subiti durante la circolazione del veicolo o conseguenti alle operazioni effettuate in caso di fermata accidentale del veicolo. 

ROTTURA CRISTALLI 

Rimborsiamo le spese sostenute per la riparazione o sostituzione dei cristalli del tuo veicolo a seguito di rottura. 

EVENTI NATURALI GRANDINE ALLUVIONE

Rimborsiamo i danni arrecati al tuo veicolo conseguenti a fenomeni naturali (es. alluvione, grandine, frana, caduta alberi o massi, terremoto). 

Risparmio e sicurezza con la scatola nera 

  • Paghi in base a quanto guidi
  • Con la garanzia assistenza, centrale operativa h24 e 
  • invio immediato del carro attrezzi in caso di incidente
  • In caso di furto puoi rintracciare più facilmente il tuo veicolo

INVIA TARGA E DATA DI NASCITA per una quotazione e richiesta di preventivo R C AUTO 

Polizze auto, le novità sulle Rca familiari!


È difficile fare un bilancio delle polizze Rc auto familiari introdotte un anno fa dal decreto fiscale (Dl 124/2019, articolo 55-bis), perché l'emergenza Covid ha influito sull'andamento dei prezzi. Non si sa se sia una misura durevole: la sua abolizione potrebbe rientrare nella riforma della Rc auto i cui lavori vanno avanti da oltre due anni.

Intanto non è chiara la possibilità di fruirne anche per i neopatentati. Come spiega il sito del Sole 24 Ore, la norma richiede che l'interessato abbia alle spalle cinque anni senza incidenti, senza lasciar capire se in quest'assenza di sinistri rientri anche l'ipotesi in cui non si fosse abilitati alla guida. La faccenda è stata studiata per un anno dall'Ivass, che ha sollevato la questione «nelle diverse sedi istituzionali», promuovendone interventi «in senso più favorevole al consumatore».

Il bonus malus perde la sua finalità originaria!

Tuttavia - oltre a ciò - la questione è di più ampie dimensioni. Infatti con le polizze «Bersani» dal 2007 e l'aggiunta dal 2020 di quelle familiari, la quota di assicurati in prima classe di bonus malus, che prima era inferiore al 50%, ora è salita a oltre l'80 per cento. A questo punto viene resa ormai poco significativa la classe di appartenenza ai fini tariffari, per la qual cosa difficilmente il bonus malus raggiunge il suo obiettivo originario, che era quello di individuare e premiare chi causa meno incidenti.